I siti italiani dichiarati dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità da Nord a Sud

da , il

    I siti italiani dichiarati dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità sono ad oggi ben 51 e fanno dello Stivale il paese con il maggior numero di luoghi protetti in tutto il mondo. Ma cosa si intende per ‘patrimonio dell’umanità’? Con questa espressione, nella Convenzione per il Patrimonio Mondiale del 1972, i paesi firmatari intendevano includere in un solo documento la conservazione sia dei beni culturali che delle bellezze naturali, attribuendo ad essi un valore universale. Attualmente, nei 160 paesi che hanno aderito alla convenzione sono presenti 981 siti, di cui 759 sono beni culturali, 193 sono beni naturali e 29 sono misti. Pronti a scoprire tutte le preziosità naturalistiche e architettoniche del nostro paese? Buon viaggio nel mondo della bellezza!

    Palermo Arabo Normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale

    Nel 2015 la Palermo Arabo Normanna, la Cattedrale di Cefalù (in foto) e la Cattedrale di Monreale sono entrati nella lista dei luoghi dichiarati patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Questi posti sono caratterizzati da uno stile architettonico unico e originale in cui sono fusi elementi bizantini, islamici e romanici.

    Val Camonica

    Nel 1979, il primo sito italiano ad essere dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO fu la Val Camonica, una delle valli più estese delle Alpi centrali. Nel suo territorio custodisce il più grande centro di arte rupestre di tutta l’Europa.

    Basilica di San Francesco, Assisi

    La Basilica di San Francesco, divisa in basilica inferiore e basilica superiore, è cucita nel tessuto territoriale di Assisi, città medievale conosciuta in tutto il mondo, per aver ospitato le sacre vite di San Francesco e Santa Chiara.

    Su Nuraxi di Barumini

    Nelle vicinanze del comune di Barumini si trova il villaggio Su Nuraxi, la testimonianza più importante della civiltà nuragica della Sardegna.

    Monumenti Paleocristiani, Ravenna

    La città di Ravenna custodisce otto splendidi monumenti paleocristiani, al cui interno si trovano mosaici di straordinario valore artistico. Sono nell’ordine: la Basilica di San Vitale, il Battistero Neoniano, la Cappella Arcivescovile, Mausoleo di Galla Placidia, il Mausoleo di Teodorico, la Basilica di Sant’Apollinare in Classe e la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo.

    Firenze, Centro Storico

    Il centro storico di Firenze, racchiuso dalla cinta muraria risalente al Trecento, è suddiviso in quattro quartieri: il quartiere di Santa Maria Novella, il quartiere di San Giovanni, il quartiere di Santa Croce e il quartiere di Santo Spirito. Al suo interno si trovano le principali bellezze architettoniche della città.

    Napoli, Centro Storico

    Il centro storico di Napoli, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, nel 1995, è il più vasto d’Europa con un’estensione totale di 1700 ettari.

    Roma, Centro Storico

    Il centro storico di Roma riveste una superficie di 7.000 ettari ed è custodito all’interno delle mura aureliane e delle mura gianicolensi. Definita caput mundi dagli antichi romani, è ancora oggi il più grande museo a cielo aperto esistente al mondo.

    Siena, Centro Storico

    Siena è una città medievale che possiede un patrimonio artistico di notevole valore. Nel centro storico troviamo: la Piazza del Campo, il Palazzo Comunale, il Museo Civico, la Torre del mangia e il Duomo innalzato nel XIII secolo.

    Certosa di Padula, Salerno

    La Certosa di Padula fu fondata agli inizi del XIV secolo. Con un’estensione di circa 51.000 metri quadrati e 320 stanze, è la più grande certosa d’Italia. All’interno del Monastero si trova il museo archeologico provinciale della Lucania.

    Cinque Terre, Liguria

    Le Cinque Terre, in provincia di La Spezia, sono cinque borghi arroccati sulla montagna che scivola nel mare della Liguria. Vantano insenature di rara bellezza, piccole spiagge incantate protette dagli scogli e un mare trasparente in cui specchiarsi. Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarola, e Riomaggiore sono i nomi di questi piccoli gioielli.

    Costiera Amalfitana

    La Costiera Amalfitana, Patrimonio dell’Umanità dal 1997, è un tratto di costa campana famosa in tutto il mondo per le sue meraviglie paesaggistiche. Inizia a Vietri e termina, 50 km dopo, a Positano. In questo tratto di strada di incondizionata bellezza troviamo Amalfi, Maiori, Minori, Ravelli e Vietri sul Mare.

    Delta del Po

    Il delta del Po è stato inserito nella lista dei siti italiani patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, nel 1999, come estensione del riconoscimento conferito alla città di Ferrara nel 1995.

    Dolomiti

    Le Dolomiti sono una delle catene montuose più spettacolari del mondo. Fanno parte delle Alpi Orientali e si estendono tra le provincie di Belluno, Trento, Bolzano, Udine e Pordenone.

    Ercolano

    Il 24 agosto del 79 d.C. una feroce eruzione del Vesuvio rase al suolo le città di Pompei ed Ercolano. Di quest’ultima sono rimasti il Collegio dei Sacerdoti di Augusto, i Bagni, il Teatro, la Casa dei Cervi e la Casa del Bicentenario.

    Etna

    L’Etna è un vulcano siciliano dichiarato Patrimonio dell’Umanità soltanto nel 2013. La sua superficie è caratterizzata da un’enorme varietà di ambienti che spaziano dai paesaggi urbani, a fitte aree boschive.

    Ferrara

    Ferrara, definita città del Rinascimento, è interamente circondata per nove chilometri da mura rimaste intatte nel corso dei secoli.

    Palazzi dei Rolli, Genova

    I Rolli sono un insieme di palazzi di prestigio situati nel centro storico della città di Genova, in particolare nelle antiche Strade Nuove, Via Garibaldi e Via Baldi. I palazzi inseriti dall’UNESCO nel Patrimonio dell’umanità sono in tutto 42.

    Grotte di Pantalica, Siracusa

    Siracusa e la Necropoli rupestre di Pantalica sono state inserite dall’UNESCO nel Patrimonio dell’umanità, nel 2005. Quest’ultima è costituita da circa 5000 tombe risalenti al periodo compreso tra il XIII e il VII secolo a.C..

    Isole Eolie

    Le isole Eolie sono un arcipelago composto da sette isole situate nel mar Tirreno, a una distanza dalla costa settentrionale delle Sicilia di circa 12 miglia nautiche. Sono nell’ordine: Alicudi, Filicudi, Lipari, Panarea, Salina, Stromboli e Vulcano.

    Mantova

    La città di Mantova ha ottenuto l’ambito riconoscimento dall’UNESCO per le ‘eccezionali testimonianze dell’architettura e dell’urbanistica del Rinascimento’.

    Necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia

    Le Necropoli di Cerveteri e Tarquinia sono una importante e preziosa testimonianza della civiltà etrusca. La Necropoli di Tarquinia ha un’estensione di 750 ettari e custodisce circa duecento tombe; mentre la Necropoli di Cerveteri, chiamata della ‘Banditaccia’, si trova su una collina di tufo, riveste una superficie di 400 ettari e custodisce migliaia di tombe.

    Paestum

    Paestum fu fondata dai Greci nel VI secolo a.C. Il sito archeologico è delimitato da una cinta muraria in pietra, all’interno della quale sono custoditi tre magnifici templi: quello di Hera, di Cerere e di Nettuno.

    Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano

    Il Parco Nazionale del Cilento è il secondo per estensione in Italia. E’ stato riconosciuto Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, per la sue incantevoli bellezze naturali e per le testimonianze storiche che offre. Qui vivono l’aquila reale, la lepre appenninica, il lupo, la volpe e la martore.

    Pienza, Centro Storico

    Il centro storico di Pienza è un piccolo diamante che riflette i tratti tipici dell’architettura rinascimentale. Sulla Piazza centrale Piazza Pio II si affacciano la Cattedrale, il Palazzo Piccolomini, il Museo artistico, il Palazzo Borgia e il Palazzo Comunale.

    Piazza Duomo, Pisa

    La Piazza del Duomo di Pisa è detta anche Piazza dei Miracoli. Sul manto verde che la riveste si trovano quattro celebri monumenti: la Cattedrale, il Battistero, il Campanile e il Campo Santo.

    Pompei

    Dopo l’eruzione del Vesuvio del 79 d.C., Pompei venne totalmente distrutta. A seguito degli scavi avvenuti nel Settecento sono stati rinvenuti edifici di incommensurabile importanza storica, quali la Casa del Fauno, la Casa dei Casti Amanti, la Villa dei Misteri, la Casa del Chirurgo, il Capitolium, la Basilica, i bagni pubblici e le Terme Stabiane.

    Reggia di Caserta

    La Reggia di Caserta fu costruita per volontà del re di Napoli Carlo di Borbone, su progetto dell’architetto Luigi Vanvitelli. L’edificio è circondato da un immenso parco rigoglioso, in cui sono custodite anche le celebri cascate.

    Residenze Sabaude Piemonte

    Alcuni edifici costruiti per volontà dei Savoia sono stati dichiarati patrimonio dell’Umanità per la loro bellezza architettonica e per il valore delle opere artistiche che custodiscono tra le loro mura. Ricordiamo ad esempio Palazzo Reale, Palazzo Madama, Palazzo Carignano e Villa Regina.

    Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia

    I Sacri Monti sono un insieme di cappelle e altre costruzioni religiose edificate tra il Cinquecento e il Seicento. Sono in tutto nove: sette in Piemonte, ovvero Belmonte, Crea, Domodossola, Ghiffa, Oropa, Orta e Varallo e due in Lombardia, Ossuccio e Varese.

    San Gimignano, Centro Storico

    San Gimignano vanta uno dei centri storici medievali meglio conservati d’Europa. I monumenti in esso custoditi sono la Collegiata, la Chiesa di Sant’Agostino, il Palazzo del Podestà e il Palazzo del Popolo.

    Sassi di Matera

    I Sassi di Matera costituiscono il centro storico della città di Matera. Sono un incredibile insediamento rupestre, senza eguali al mondo, composto di grotte scavate nella roccia.

    Torre Annunziata

    Tra i Patrimoni dell’Umanità troviamo anche Villa Oplontis di Torre Annunziata, città anch’essa distrutta dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.c. Dell’edificio, ad oggi, risultano conservati il porticato, il giardino, la piscina con statue e diversi affreschi interni.

    Torre Civica e Piazza Grande di Modena

    Della città di Modena sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO ben tre parti: il Duomo, la Torre Civica e Piazza Grande. L’inserimento è avvenuto nel 1997.

    Trulli di Alberobello

    I Trulli, con il loro colore bianco candido e la caratteristica forma a cono, sono l’emblema dell’architettura popolare. Sono stati costruiti con la sola pietra locale.

    Urbino, Centro Storico

    Il centro storico di Urbino è un piccolo gioello, in stile rinascimentale, di circa 1 km quadrato. Tra i monumenti più significativi troviamo Palazzo Ducale, la Casa natale di Raffaello Sanzio e la Chiesa di San Francesco.

    Val d’Orcia

    La Val d’Orcia è un’immensa valle toscana, situata tra la provincia di Siena e quella di Grosseto. E’ un magnifico parco naturale che custodisce bellezze naturalistiche, intervallate qua e là, da meravigliosi borghi medievali ricchi di preziosità architettoniche.

    Valle dei Templi, Agrigento

    Il Parco archeologico, istituito nel 2000, ha un’estensione di circa 1300 ettari e comprende la Valle dei Templi, fiore all’occhiello della città di Agrigento. Il sito ha un’incredibile rilevanza storica, poiché custodisce i resti dell’antica città di Akragas, colonia fondata dai Greci nel VI secolo a.C..

    Venezia

    Venezia, la città sull’acqua, è una dei luoghi più amati al mondo. La laguna che la circonda ha una superficie di 550 km quadrati. Tra le bellezze architettoniche custodite dalla città, degne di nota sono la Basilica di San Marco,la Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari, la Chiesa di San Francesco della Vigna, il Palazzo Ducale, la Ca’ D’Oro, la Ca’ Rezzonico e il magnifico Teatro della Fenice.

    Verona

    Verona, la città degli innamorati, si sviluppa lungo le sponde del fiume Adige. Tra le sue bellezze architettoniche, da non perdere sono l’Arena, il Duomo, la Basilica di San Zeno e il Palazzo del Podestà.

    Vicenza e le Ville del Palladio

    Vicenza viene definita la città del Palladio, dal nome dell’architetto che qui realizzò numerosi edifici nel tardo rinascimento. Proprio perché la città costituisce una realizzazione artistica eccezionale, è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

    Villa Medicee

    Le ville medicee sono dei complessi architettonici rurali di proprietà della famiglia Medici, situate nei dintorni di Firenze e in Toscana. Nel 2013, quattordici di queste ville sono state inserite nell’elenco dei siti Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

    Villaggio operaio di Crespi d’Adda

    E’ un villaggio operaio, operante nel settore tessile cotoniero, costruito nel 1875. Per il suo rilievo storico e architettonico fu inserito tra i patrimoni dell’umanità dall’UNESCO, nel 1995.

    Langhe, Roero e Monferrato

    Le aree vitivinicole del Piemonte, ovvero le Langhe, il Roero e il Monferrato, sono state inserite nell’elenco dei siti Patrimonio dell’Umanità. Insieme ricreano un paesaggio rurale di rara bellezza. In questa zona sono stati ritrovati anche pollini di vite risalenti al 5° secolo aC, quando il Piemonte era un luogo di contatto e di scambio tra Etruschi e Celti.

    Edifici Longobardi

    ‘Longobardi in Italia: i luoghi del potere’ è un sito italiano dichiarato Patrimonio Mondiale dell’umanità dall’UNESCO, nel 2011. Fa riferimento ad un’area che comprende sette luoghi pregni di testimonianze architettoniche, pittoriche e scultoree dell’arte longobarda.

    Siti palafitticoli preistorici delle Alpi

    I Siti palafitticoli preistorici delle Alpi sono una serie di 111 siti archeologici localizzati appunto sulle Alpi o nelle immediate vicinanze. Si trovano non soltanto in Italia, ma anche in Svizzera (ben 56 siti), Austria, Francia, Germania e Slovenia. Sono stati inseriti nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, soltanto nel 2011.

    Zona Archeologica e Basilica Patriarcale di Aquileia

    Aquileia, con la sua vasta area archeologica e la Basilica patriarcale, è un prezioso scrigno d’arte e di storia. Situata in Friuli Venezia Giulia, in provincia di Udine, è stata inserita tra i Patrimoni dell’Umanità dall’UNESCO, nel 1998.

    Villa d’Este Tivoli

    La Villa d’Este, costruita nel Cinquecento per volontà del cardinale Ippolito d’Este, è un autentico capolavoro rinascimentale. Il celebre giardino, opera dell’architetto Pirro Ligorio, ricorda idealmente i giardini pensili di Babilonia, una delle sette meraviglie del mondo.