I laghi più belli d’Italia: paesaggi incantevoli e limpide acque dal Trentino all’Umbria

da , il

    Quali sono i laghi più belli d’Italia? Sicuramente la risposta a questa semplice domanda è molto ardua, perchè il nostro bel paese è ricchissimo di laghi meravigliosi, inseriti in contesti paesaggistici davvero unici ed affascinanti, tanto da richiamare ogni anno anche moltissimi turisti dall’estero; nonostante ciò, ce ne sono alcuni che lasciano davvero senza fiato per la loro bellezza, ed è proprio questi che vi consiglieremo per un soggiorno o una gita fuori porta. Partendo dal nord Italia, in Trentino Alto Adige troviamo il lago di Caldaro, il più esteso di tutta la regione, che è un paradiso per chi cerca pace e tranquillità, incorniciato da un meraviglioso paesaggio fatto di verdi alberi che si specchiano nelle sue acque turchesi; sempre in Trentino si trovano anche il lago di Monticolo e il lago di Fiè, a cui Legambiente ha attribuito le sue 5 vele per la qualità delle acque.

    Anche spostandoci verso ovest troviamo numerosi laghi conosciuti a livello internazionale per la loro bellezza e i paesaggi che li circondano, primo fra tutti il lago Maggiore: secondo lago italiano per estensione, è diviso tra Piemonte, Lombardia e Svizzera, e vanta una grande varietà di paesaggi, parchi naturali, isole (le isole Borromee e le isole di Brissago) specialità enogastronomiche e possibilità di praticare sport che attirano turisti in ogni periodo dell’anno, compreso l’autunno, che colora la natura circostante con i toni caldi del rosso e del marrone. Il lago di Como è invece famoso per le sue ampie spiagge, per i suoi lidi e per la possibilità di praticare sport acquatici come windsurf e vela, e ospita anche la splendida località di Bellagio, anch’essa premiata dalle 5 vele della Guida Blu; non dimentichiamo inoltre, che gli affascinanti paesaggi del lago di Como sono stati scelti da Alessandro Manzoni come ambientazione per il celeberrimo “I promessi sposi”, e si possono scoprire anche attraverso una gita in camper grazie alle numerose e bellissime aree di sosta disseminate lungo tutto il litorale. Il lago d’Iseo è invece diviso tra le province di Bergamo e Brescia, e su entrambe le sponde vanta paesaggi pittoreschi e suggestivi grazie ai paesini che vi si affacciano e alle calette rocciose in cui prendere il sole e fare il bagno.

    In Piemonte troviamo invece il Lago d’Orta, un piccolo paradiso inesplorato incastonato tra le province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola: nel lago sorge la splendida isola di San Giulio, mentre sulla terraferma si possono visitare i graziosi paesini di Omegna e Miasino, e il Sacro Monte di Orta, che fa parte del Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Spostandoci più a sud incontriamo il lago dell’Accesa, le cui acque limpide e pulite hanno garantito le 5 vele di Legambiente: inserito nella splendida cornice della Maremma grossetana, da il meglio di sé nelle vicinanze di Massa Marittima, e regala ai suoi visitatori bellissimi paesaggi fatti di prati verdi punteggiati da canne e arbusti; nelle vicinanze si trova inoltre un parco archeologico etrusco di grande interesse nel quale si possono visitare resti di abitazioni e di antiche tombe.

    Scendendo ancora, nel Lazio troviamo ben due laghi, il lago di Bracciano e il lago di Bolsena, entrambi di origine vulcanica ed entrambi davvero incantevoli: il primo si trova in provincia di Roma, ed è anche chiamato Lago Sabatino, mentre il secondo è situato nella provincia di Viterbo ed è inserito in una meravigliosa cornice paesaggistica che comprende i due isolotti di Bisentina e Martana, oltre ad avere acque tra le più pulite d’Europa. Infine, in Umbria troviamo il famoso lago Trasimeno, situato in provincia di Perugia: anche qui le acque sono costantemente monitorate per essere conservate limpide e pulite, tanto che la località di Tuoro sul Trasimeno ha ricevuto le 5 vele di Legambiente. Anche nel lago Trasimeno sorgono tre isole, l’isola Polvese, parco scientifico-didattico che da rifugio a diverse specie di uccelli e anfibi, l’isola Maggiore e l’isola Minore, ricoperta da una fitta vegetazione.