I 20 luoghi più belli d’Italia: le punte di diamante che illuminano lo stivale

da , il

    Quali sono i 20 luoghi più belli d’Italia? In realtà, il nostro Bel Paese custodisce tra le pieghe del suo stivale un patrimonio artistico, architettonico e naturalistico di una ricchezza inestimabile, la cui fama ha raggiunto anche gli angoli dimenticati del pianeta. Partendo dal centro, dal cuore vibrante della nostra patria, troviamo incastonata come un diamante tra sette colli, la città eterna, la cui storia risale a molti secoli prima di Cristo; spostandoci verso sud, verso i confini più estremi del paese è impossibile non menzionare Agrigento, con la sua antichissima Valle dei Templi; tornando invece in un battito d’ali verso nord, una tappa obbligata è Venezia, l’unica città al mondo che vive a fior d’acqua, con i suoi canali strettissimi (il cui passaggio è consentito soltanto alle gondole), i palazzi dall’estetica sfrontatamente opulenta e il suo passato glorioso.

    Puzzle d’Italia in dieci tasselli

    Ricomporre un puzzle dell’Italia con soli venti tasselli è un’impresa titanica, tuttavia noi ci abbiamo provato: scavando nell’immaginario comune e strizzando anche un po’ l’occhio ai nostri vissuti, abbiamo ricostruito una top twenty delle punte di diamante che con la loro luce illuminano tutto lo stivale. Pronti a scoprirla?

    Sassi di Matera

    Matera è una città dal fascino surreale, scavata interamente nella roccia calcarenitica (tufo). Tra le pietre nasconde un fitto intreccio di labirinti che collegano le numerose grotte presenti. I famosi Sassi di Matera sono la maggiore attrazione turistica della zona e dal 1993 l’Unesco li ha titolati patrimonio dell’umanità.

    San Pietro, Roma

    La Basilica di San Pietro, cuore pulsante del cattolicesimo, è una delle dieci chiese più grandi del mondo. La costruzione dell’attuale basilica di San Pietro ebbe inizio nel 1506 e si concluse nel 1626, mentre la sistemazione dell’imponente piazza antistante si concluse solo nel 1667. Nel corso dei secoli, grazie alle opere di illustri artisti del calibro di Bramante, Michelangelo, Bernini ha raggiunto l’attuale splendore.

    Le rovine di Pompei

    Pompei è stata una delle città più splendenti e ricche dell’epoca romana, che divenne persino una meta turistica per i patrizi romani. Purtroppo però Pompei dovette contrarsi con un tragico destino: nel 79 d.C. il Vesuvio (che nessuno ancora sapeva fosse un vulcano, per via del suo aspetto da classica montagna) rase totalmente al suolo la città, a seguito di una potentissima eruzione. A distanza di secoli è ancora oggi visitata da milioni di turisti.

    La Valle dei Templi, Agrigento

    La Valle dei Templi, fondata nel 580 a.c., è il più importante sito archeologico della Sicilia, che ancora oggi si presenta in un ottimo stato di conservazione. Corrisponde all’antica Akragas, nucleo originario della città di Agrigento. Dal 1997 l’intero sito è stato inserito nella lista dei patrimoni dell’umanità elaborata dall’UNESCO.

    Venezia

    Venezia è unica e dotata di un fascino irresistibile, un gioiello appoggiato sul filo dell’acqua, perennemente in equilibrio instabile. Nonostante la sua fragilità strutturale è meta ambitissima per milioni di turisti ogni anno. Possiamo dire che Venezia abbia mille doti, ma tra queste non possiamo certo elencare la convenienza. Per comprendere questa incantevole città lagunare dovete perlustrare i suoi canali, meglio se con una classica gondola.

    Teatro alla Scala, Milano

    Il teatro alla Scala è come un contorno di brillanti ad un diamante (il Duomo) non più solitario. Venne fondato per volontà dell’imperatrice Maria Teresa d’Austria, in seguito all’incendio che nel 1776 distrusse il Teatro Regio Ducale, antica sede delle rappresentazioni liriche a Milano. Realizzato per opera del grande architetto neoclassico Giuseppe Piermarini, il Teatro venne inaugurato il 3 agosto 1778. Ancora oggi ospita le più importanti rappresentazioni internazionali.

    Trulli, Alberobello

    Visitare la Puglia alloggiando in Trullo è certamente un’esperienza indimenticabile. Il trullo non è nient’altro che una piccola abitazione, semplice ma confortevole, costruita con la pietra calcarea. I Trulli di Alberobello sono i più famosi dell’intera regione. Oggi, queste strutture straordinarie sono state dichiarate patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

    Duomo di Milano

    Il Duomo è il centro nevralgico di Milano. Sorto sulla Basilica Santa Maria Maggiore che venne incapsulata nella costruzione della cattedrale meneghina, vanta ben sei secoli di storia. L’attuale struttura del Duomo di Milano è il frutto di numerosi restauri. Attualmente si fregia di ben 3400 statue che lo decorano rendendolo l’unico esempio al mondo dell’arte ‘Gotica fiorita’.

    Siena

    La città dei Mercanti è universalmente conosciuta per il suo imponente patrimonio storico, artistico e paesaggistico. Siena è nota peraltro per la sua unicità architettonica e ovviamente per il celebre Palio, evento spettacolare che ancora oggi attira migliaia di turisti. Per tutti questi motivi, nel 1995, il suo centro storico ha conquistato il titolo di Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

    Le dolomiti

    Le Dolomiti, con le sue vette di oltre 3mila metri si sono conquistate il titolo di Patrimonio Naturale dell’Umanità. Oltre ad essere un autentico paradiso candido, sono la meta prediletta dagli amanti degli sport invernali. Tuttavia, sono molto apprezzate anche da chi ama il contatto con la natura e adora trascorrere del tempo ammirando viste mozzafiato. Per via del loro aspetto modellato ed elegante, alcuni le paragonano al Grand-Canyon americano.

    Pisa

    FOTO DI NEIL HOWARD

    Pisa è conosciuta in tutto il mondo per via della sua Torre Pendente. E’ una città piccola, dotata di un fascino travolgente, che può essere visitata in ogni stagione dell’anno. Il centro nevralgico della città di Galileo Galilei è la Piazza dei Miracoli, al cui interno si trova anche la Torre di Pisa. Una piazza dalle bellezza plastica, quasi surreale che vi ruberà il cuore.

    Isola dei Conigli – Lampedusa

    FOTO DI MARCO MOLINARI

    L’Isola dei Conigli di Lampedusa ha vinto più volte il titolo di spiaggia più bella d’Italia. Addirittura nel 2013 si era classificata come prima al mondo. Oggi, l’isola è un’autentica riserva naturale, in cui ogni anno, la tartaruga marina, Caretta Caretta, depone le sue uova. Un’indice di purezza ambientale inequivocabile! L’Isola dei Conigli è un piccolo paradiso terrestre, nemmeno troppo lontano…

    Cala Luna – Sardegna

    FOTO DI VASILE COTOVANU

    Le coste della Sardegna sono disseminate di spiagge e baie incantate, tuttavia alcune superano l’ordinario concetto di bellezza. Nell’ampio golfo di Orosei, brilla indiscusso l’arenile di Cala Luna. Non è la classica spiaggia di sabbia bianca finissima, qui troverete sabbia mista a piccoli ciottoli, ma lo spettacolo che vi regaleranno le alte pareti rocciose che incorniciano la baia e fungono anche da perfetto rifugio nelle ore più cade, vi lascerà senza fiato. Basta dare un occhio alla foto per averne un’idea.

    Cefalù – Sicilia

    Cefalù è una magnifica perla del Mediterraneo, situata sulla costa siciliana occidentale a circa 70 km da Palermo. Arroccata su un promontorio a strapiombo sul mare, la città ha conservato i suoi tratti spiccatamente medievali. Nonostante le sue piccole dimensioni, attrae ogni anno grandi quantità di turisti. Cefalù è stata anche inserita nel’elenco de I borghi più belli d’Italia.

    Cividale – Friuli Venezia Giulia

    FOTO DI LIVE ACTION HERO

    Cividale, immerso nella provincia di Udine, è così antico che è stato fondato addirittura da Giulio Cesare! E’ un luogo magico, ricco di storia e di luoghi di interesse, come il Museo Archeologico Nazionale, il Tempietto Longobardo, il Duomo di Santa Maria Assunta e molto altro ancora. La parte longobarda della città è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Degno di nota sono anche l’Ipogeo Celtico, che al di là delle leggende, pare abbia avuto un uso funerario; e il Ponte del Diavolo, uno dei ponti più conosciuti d’Italia, anch’esso velato di leggende oscure.

    Pitigliano – Toscana

    FOTO DI MICHELA SIMONCINI

    L’antico borgo di Pitigliano, situato in provincia di Grosseto, è stato abitato sin dall’epoca etrusca. E’ celebre soprattutto per il suo centro storico, soprannominato soprannominato ‘La piccola Gerusalemme’, per la presenza di una comunità ebraica. L’aspetto più spettacolare di Pitigliano è la sua posizione: le abitazioni sono costruite praticamente a strapiombo su una roccia di tufo.

    Grotta Azzurra- Capri

    FOTO DI LUCA

    La Grotta Azzurra è un’incantevole grotta custodita sull’isola di Capri. L’antro non è sempre visitabile, poiché una parte rimane sommersa dal mare. Di fatto, è possibile entrarvi soltanto quando c’è la bassa marea. Uno dei suoi aspetti più meravigliosi è il gioco di luci, generato dall’oscurità interna in contrasto con la forte luce dell’esterno. Nell’antichità gli imperatori romani erano soliti trascorrere le vacanze sull’isola e utilizzare la grotta come piscina privata….

    Gole di Alcantara – Sicilia

    Le spettacolari Gole di Alcantara si trovano incastonate tra le provincie di Messina e Catania. E’ uno dei canyon di origine lavica più conosciuti al mondo: le pareti basaltiche che raggiungono anche i 50 metri, insieme al fiume Alcantara che le attraversa, ricreano un paesaggio fantastico, a tratti surreale. Le Gole si trovano all’interno della meravigliosa cornice naturale del Parco Botanico e Geologico Gole Alcantara. Di recente sono state utilizzate come set cinematografico per il film fantasy Il Racconto dei Racconti.

    Burano – Veneto

    FOTO DI GERRY BALDING

    Dopo aver visitato Venezia, non si può rinunciare a una visita di Burano. E’ un piccolo gioiello custodito nella laguna: qui le case sono tutte così colorate da sembrare un dipinto naif. Ma non sono il frutto dell’estro bizzarro di un architetto, in realtà un tempo i colori servivano per i pescatori che tornavano a casa in barca. Le cromie accese permettevano loro di riconoscere la propria abitazione anche nella fitta nebbia lagunare. Inoltre l’isola è famosa in tutto il mondo per i merletti di Burano.

    Triora – Liguria

    Triora, da sempre definita il Borgo delle Streghe, si trova arroccata su un promontorio a strapiombo sulla Valle Argentina, a pochi chilometri da Sanremo e Taggia. E’ un antico borgo medievale che fu portato alla rovina, intorno al 1600, dalle atroci nefandezze della Santa Inquisizione. Quello che ne resta è un piccolo paesino magico, sovente avvolto da nuvole basse e rivestito da un fitto alone di mistero. Triora ha saputo sfruttare la propria storia per trasformarsi in uno dei borghi stregati più affascinanti d’Italia. Qui troverete case diroccate, vicoli di ciottoli strettissimi, che si intrecciano l’uno sull’altro, archi e volte, e poi piccole botteghe che realizzano indifferentemente saponi e streghe di terracotta…