Fiumi, laghi e cascate: le alternative al mare per fare il bagno in Italia

da , il

    Fiumi, laghi e cascate: le alternative al mare per fare il bagno in Italia

    Siete stanchi di andare sempre in montagna o al mare a trascorrere le vacanze estive? Volete qualche alternativa tra cui scegliere per cambiare aria dato che anche le piscine vi hanno annoiato? Date un’occhiata alla nostra lista di fiumi, laghi e cascate per fare il bagno in Italia senza spostarsi troppo da casa e contrastare il caldo estivo senza dover per forza andare a finire sulle solite spiagge affollatissime. Venite a scoprire di seguito quali sono le zone lacustri italiane più belle, le località con fiumi balneabili e le cascate più suggestive dove rinfrescarsi dall’afa estiva e godere del meritato relax. Foto di Paolo

    LEGGI ANCHE QUALI SONO TUTTE LE SPIAGGE BANDIERA BLU DEL 2016

    LAGHI DOVE E’ POSSIBILE FARE IL BAGNO IN ITALIA: I PIU’ BELLI E CONOSCIUTI

    LAGO DI CALDARO: è il lago più esteso del Trentino Alto Adige ed è anche molto attrezzato. Ci sono infatti quattro stabilimenti balneari che ne consentono l’accesso diretto. Le sue acque, sempre molto fresche (17° in maggio e massimo 18° in agosto) raggiungono al massimo i 3 metri di profondità. E’ un ruolo immerso nella natura e perfetto per chi ama il relax.

    LAGO D’ISEO: è uno dei laghi più famosi della Lombardia, che di recente è stato percorribile sulla sua superficie grazie all’installazione di Christo. A disposizione dei turisti ci sono diversi lidi, tutti molto attrezzati, sia dalla parte della sponda di Bergamo che di Brescia.

    LAGO DI COMO: sul lago di Como si affacciano diverse località turistiche, ma la perla di questa zona è considerata Bellagio, che oltre a un caratteristico borgo dalle bellezze naturali, offre splendide acqua pulite alle quali accedere da ampie spiagge. E’ meta di chi ama gli sport acquatici come vela, windsurf e kitesurf.

    LAGO DI SUVIANA e LAGO DEL BRASIMONE: tra Castiglione dei Pepoli, Camugnano e Castel di Casio in Emilia Romagna è possibile fare il bagno all’interno delle zone permesse del lago di Suviana e del Brasimone. I turisti possono pure affittare canoe e parcheggiare i camper nelle aree attrezzate.

    LAGO DI BRACCIANO: il vulcanico lago di Bracciano è uno dei più grandi del centro-sud Italia. Si trova nel Lazio ed è molto frequentato per le spiagge sabbiose e pubbliche. E’ dotato di diversi stabilimenti balneari dove i turisti possono noleggiare pedalò e kayak per gite sull’acqua.

    LAGO DI BOLSENA: come quello di Bracciano anche il Lago di Bolsena è di origine vulcanica e ospita 2 isolotti, Bisentina e Martana. Il posto, in provincia di Viterbo, è frequentato anche dagli amanti della vela, del windsurf e della pesca. Sempre nel Lazio segnaliamo ancora il Lago di Vico, il Lago Albano e il Lago di Canterno (Fr).

    LAGO TRASIMENO: il lago Trasimeno è il più esteso lago dell’Italia centrale, quarto tra i laghi italiani subito dopo il lago di Como. Si estende nella provincia di Perugia e sulla superficie si trovano l’Isola Maggiore, l’Isola Polvese e l’Isola Minore.

    LAGO DELL’ACCESA: in Toscana si ‘nasconde’ questo lago dalle acque limpide e trasparenti, fittamente immerso nella vegetazione e un parco archeologico etrusco dove si possono visitare le tombe e i resti delle abitazioni antiche.

    FIUMI E CASCATE PER FARE IL BAGNO IN ITALIA

    Premettiamo che le condizioni di inquinamento della maggior parte dei fiumi italiani spesso non consentono la balneazione, e quindi occorre fare riferimento agli avvisi dei comuni circa la possibilità o meno di immergersi in queste acque. Spesso poi, sia fiumi che laghi, ma anche cascate e piscinette naturali, sono ufficialmente vietate alla balneazione, per ragioni di sicurezza (presenza di correnti forti o molto fredde, fondo viscido, troppe alghe, ecc.). Vediamo lo stesso quali sono le località più amate e frequentate, anche solo per rilassarsi e prendere il sole.

    LOMBARDIA Sono 29 i fiumi che si trovano in Lombardia e alcuni di essi sono davvero perfetti per chi cerca un’alternativa al mare o alla piscina. Dal Serio ad Alzano (dove c’è pure una cascata e ci si arriva in pista ciclabile), alle Buche di Nese passando per le zone toccate dal Brembo a Cava degli Spagnoli, a Capriate. Per non perdere neanche un percorso, sfoglia anche questo articolo con le proposte dei fiumi balneabili in Lombardia

    EMILIA ROMAGNA La destinazione più rinomata in Emilia Romagna per quanto riguarda fiumi e cascate sono le cascate di Moraduccio in provincia di Imola, sul fiume Santerno, al confine tra l’Emilia e la Toscana. Poi c’è il Sillaro a Castel San Pietro, che in alcuni tratti forma delle piccole piscine naturali. Molto frequentata – soprattutto dai motociclisti – è anche la fondovalle lungo il fiume Savena su via Toscana. Pure il lido di Casalecchio offre chioschi e aree attrezzate per i turisti, ma la balneazione è vietata. Sul fume Setta presso Sasso Marconi ci sono le acque più pulite della zona. LEGGI QUI ALTRE PROPOSTE ALTERNATIVE DA VISITARE IN EMILIA ROMAGNA

    TOSCANA Per gli amanti della natura, tra i fiumi dove fare il bagno in Toscana segnaliamo il Pozzo della Madonna con le Cascate di Malbacco, che si trovano il Alta Versilia, sotto il Monte Altissimo e che danno vita al torrente Serra. Da ammirare anche le Pozze della Desiata a Seravezza in provincia di Lucca. Molto frequentata è pure la località di Bocca di Lupo, nel comune di Chiusi della Verna. Il Masso delle Fanciulle (Riserva del Berignone, tra Volterra e Pomarance) e il Masso degli Specchi, poi, sono le mete predilette dagli escursionisti che amano l’acqua cristallina di questi anfratti. SFOGLIA TUTTI I FIUMI E LE CASCATE DOVE FARE IL BAGNO IN TOSCANA