Fiumi dove fare il bagno in Emilia Romagna: l’alternativa alla Riviera

da , il

    Fiumi dell'Emilia Romagna

    Se siete in cerca di un’alternativa alle spiagge della Riviera, se non amate la folla, la musica ad alto volume e il caldo soffocante, scoprite i fiumi dove fare il bagno in Emilia romagna. Esistono meravigliose oasi verdi, bagnate da acque cristalline, tra i monti dell’Appennino Reggiano, che vi lasceranno a bocca aperta. Non perdete poi le Cascate del Golfarone e dell’Acquacheta. Rimarrete estasiati.

    Cascate del Golfarone

    Cascate del Golfarone

    Nell’Appennino Reggiano, lungo il torrente Secchiello, si trovano le meravigliose Cascate del Golfarone. Grazie all’instancabile opera dell’acqua che ha eroso le rocce, oggi il fiume saltella da un gradino all’altro, per poi gettarsi con tutta la sua forza giù dalla montagna. E’ un luogo molto frequentato d’estate e i più coraggiosi si improvvisano in spettacolari tuffi dall’altezza di 15 metri. Il sentiero per raggiungere lo scenario fantastico delle cascate del Golfarone non è indicato, dovrete quindi guadare il fiume per arrivare a destinazione.

    Cascate dell'Acquacheta

    Cascate dell’Acquacheta

    Al confine tra l’Emilia Romagna e la Toscana si trova una vallata meravigliosamente ricca dal punto di vista naturalistico. Avventurandovi nel cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentini, Monte Falterona e Campigna, troverete le Cascate dell’Acquacheta. Per raggiungerle bisogna partire dal paese di San Benedetto in Alpe: da qui dovrete incamminarvi per un sentiero che costeggia il torrente dell’Acquacheta. A un certo punto, in una vera e propria foresta di querce, castagni e faggi, vedrete comparire, in tutta la loro bellezza, le cascate: l’acqua del fiume scivola veloce sulle terrazze di roccia arenaria, producendo un frastuono così forte, da essere stato paragonato a quello della cascata del fiume infernale Flegetonte.

    Fiume Ceno - Varsi

    Fiume Ceno – Varsi

    A circa 400 metri d’altezza, ai piedi del monte Dosso, sorge il piccolo borgo medievale di Varsi. Al suo fianco scorre il fiume Ceno, con le sue acque trasparenti e verdi come lo smeraldo. E’ il luogo ideale in cui trascorrere una domenica o un giorno di vacanza in estate. Potrete distendervi all’ombra dei numerosi alberi di quercia, frassino, pioppo, salice e faggio, che rivestono la zona, e se siete amanti delle acque fresche, potrete anche farvi un bagno rigenerante nel fiume.

    Taro

    Fiume Taro – Bedonia

    Sempre nell’Appennino Tosco-Emiliano anche il fiume Taro offre angoli meravigliosi per refrigeranti bagni estivi. Con i suoi 126 km, il fiume Taro scorre interamente nella provincia di Parma. Il prossimità del comune di Bedonia, troverete spiaggette fatte di ciottoli in cui rilassarvi e piccoli bacini di acqua cristallina in cui immergervi.

    Fiume Trebbia - Marsaglia

    Fiume Trebbia – Marsaglia

    Il fiume Trebbia è conosciuto anche a livello internazionale, poiché scivola in una delle più belle valli appenniniche. Oltre ad essere una meta prediletta dagli amanti del rafting, Kayaking e Canyoning, è molto apprezzato anche da chi ama semplicemente rilassarsi in riva a un fiume, piuttosto che in spiaggia al mare. A pochi chilometri da Piacenza, a Marsaglia, nel cuore della Val Trebbia, si trova anche un ostello super attrezzato, perfetto per chi intende organizzare un week end in compagnia di amici e anche dei bambini.