Egitto, Farnesina: normalizzazione nel Paese

Egitto, Farnesina: normalizzazione nel Paese
da in Egitto, Viaggiare informati
    Egitto, Farnesina: normalizzazione nel Paese

    Tour operator e turisti possono tirare un sospiro di sollievo: in Egitto si registra una progressiva ripresa delle attività e una tendenziale normalizzazione.

    Ma occorre viaggiare informati, soprattutto in contesti ancora difficili: per questo, consiglia la Farnesina, sono al momento da evitare le principali città, interessate da movimenti di protesta non ancora sopiti, come Il Cairo, Suez, Alessandria e Ismailia.

    Dopo il via libera sulle coste tunisine e a Djerba, dove la situazione è tornata ai livelli di sicurezza, altri Paesi del Medio Oriente sono recentemente interessati da proteste interne che rendono difficile la situazione e sconsigliabili tutte le partenze.

    La Farnesina sconsiglia le partenze nel Bahrein, dove il livello di tensione interna al Paese sta raggiungendo picchi che fanno immediatamente pensare a Piazza Tahrir in Egitto, fulcro della rivolta egiziana delle scorse settimane.

    Anche la Libia è al centro di manifestazioni di rivolta sopite dall’esercito, con la conseguenza che il numero delle vittime è in continua ascesa: meglio non partire, quindi, e aspettare di capire nei prossimi giorni cosa succederà nel presidio del Colonnello Gheddafi.

    Per quanto riguarda l’Egitto, invece, nella nota della Farnesina si legge che nel Mar Rosso non si sono registrati ultimamente disordini: resta comunque necessario improntare i viaggi nella zona al massimo livello di prudenza, sempre tenendo monitorata la situazione. Occorre inoltre rispettare gli orari di coprifuoco imposti dalle autorità egiziane e limitare gli spostamenti all’interno del Paese.

    370

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN EgittoViaggiare informati
    TOP VIDEO
    PIÙ POPOLARI