Dormire in aeroporto: gli Sleepbox prendono piede in tutto il mondo

Dormire in aeroporto: gli Sleepbox prendono piede in tutto il mondo
da in Aeroporti, Viaggiare in aereo
Ultimo aggiornamento:

    Siete stanchi morti e non sapete dove dormire in aeroporto? Ormai non è più un grosso problema: in molti aeroporti internazionali infatti, sono stati collocati degli Sleepbox. Si tratta di vere e proprie stutture a forma di scatola, nelle quali potrete schiacciare un pisolino, o semplicemente rilassarvi in attesa del vostro prossimo volo. Il vantaggio, oltre al fatto di trovarsi direttamente in aeroporto, è che hanno un costo decisamente inferiore a qualsiasi altra stanza d’albergo. Solitamente si affittano a ore, ma se volete rimanerci tutta la notte, sicuramente avrete delle agevolazioni sulle tariffe.

    Per affittare uno Sleepbox doppio, nelle vicinanze del Cremlino, ci vogliono circa 64 euro a notte per due persone, quando gli hotel nella zona costano almeno il triplo! Vi abbiamo portato come esempio la Russia, perché queste strane scatole per il sonno sono nate proprio lì, su progetto di due architetti russi: Krimov MD, Gorjainov AV.

    Il primo Sleepbox, infatti, è stato installato presso l’aeroporto internazionale Sheremetyevo di Mosca nel 2011 ed ha suscitato da subito un notevole entusiasmo nel pubblico. Proprio in considerazione del suo successo, l’installazione di questi moduli, soprannominati anche ‘micro hotel’, è proseguita in numerosi altri aeroporti internazionali, raggiungendo ogni parte del mondo, dal Canada all’Inghilterra, passando per Singapore. E sempre a Mosca, vicino alla stazione dei treni e del metro Belorusskiy, è stato recentemente aperto un vero e proprio Hotel SleepBox, prenotabile anche online. A Stoccolma invece, alcuni Sleepbox sono stati istallati presso l’Hotel Bistro&Bo, per gli utenti dei concerti o delle conferenze che si tengono presso il Tele2 Arena.

    La massiccia diffusione di Spleebox risponde alle necessità di riposo temporaneo, a basso costo, di un numero sempre crescente di viaggiatori globali.

    Ma com’è strutturato uno Sleepbox all’interno?

    L’ambiente interno è innanzitutto molto curato e rilassante. Ogni Sleepbox ha dimensioni che vanno da 2,5 a 3 metri di altezza, per un’area di 2,5m x 1,6m (fino a circa 4 metri quadrati). Nella versione più grande c’è spazio per 3 persone.

    Nel box trovate 2 letti a castello, un comodino, lo spazio per i bagagli e le prese elettriche per la connessione a pc e smartphone.

    A tutela della privacy dell’ospite, il modulo è dotato di tende elettriche oscuranti. All’interno l’illuminazione si ottiene con moderne luci a led. Gli ultimi modelli progettati prevedono inoltre uno schermo touch screen dal quale gestire le funzionalità dell’ambiente e un distributore di bibite e snacks.

    La pulizia degli interni, il design innovativo e il rispetto della privacy del cliente fanno di Sleepbox, una valida alternativa alle attese interminabili trascorse sulle scomode sedute dell’aeroporto.

    477

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AeroportiViaggiare in aereo
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI