NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Curiosità e tradizioni della Sicilia

Curiosità e tradizioni della Sicilia
da in Festival, Fiere e sagre, Folklore e tradizioni, Sicilia, Viaggi in Europa, San Vito lo Capo
Ultimo aggiornamento: Venerdì 12/08/2016 11:26

    Taormina

    La Sicilia, la più grande isola italiana, divisa dal continente dallo Stretto di Messina, è un concentrato di bellezze naturalistiche e storico-architettoniche. E’ uno dei gioelli più preziosi del Bel Paese, in cui la Natura ha dato il meglio di sé: monti, colline, spiagge incontaminate e un mare sorprendente, capace di assumere colori incredibili. Ma la Sicilia è anche terra di curiosità e tradizioni antiche tutte da scoprire. Pronti ad addentrarvi in questo piccolo mondo antico?

    Piatti tipici della Sicilia
    Pasta alla norma

    La Sicilia è un concentrato esplosivo di colori, sapori e fragranze, che sono il segno migliore che potessero lasciare i popoli che l’hanno abitata nel corso dei secoli. Partiamo dal pane, che da queste parti si declina in cinque differenti tipologie: il Bukë, il Cucciddatu, il Pane e birra, il Pane e pasta dura e il Pane di Monreale. Famosissimi sono gli arancini, che si possono trovare in tutte le pizzerie e rosticcerie. Sono realizzzati con riso ripieno di carne trita passata nel sugo e mescolata con piselli e formaggio. Tra i primi piatti degna di nota è l’Impanata, una sorta di torta salata farcita con verdure e carne o pesce, a seconda delle zone. Ma il primo più celebre in assoluto è senz’altro la Pasta alla Norma, piatto tipico di Catania, che è stato creato in omaggio al compositore Vincenzo Bellini. Sono spaghetti conditi con melanzane fritte nell’olio, salsa di pomodoro e una spolverata di ricotta salata grattugiata. I golosi che attendono sempre l’arrivo del dolce, in Sicilia potranno gustare due autentiche prelibatezze: il Cannolo siciliano e la Cassata. Il primo viene realizzato con ricotta fresca e gocce di cioccolato o canditi avvolti in un giro di pasta fritta; il secondo invece è una torta realizzata con ricotta zuccherata (tradizionalmente di pecora), pan di Spagna, pasta reale e frutta candita.

    Tradizioni storiche della Sicilia
    Folklore siciliano

    La Sicilia è una terra ricca di tradizioni, folklore, sagre ed eventi. Di notevole importanza è l’Opera dei Pupi, un particolare tipo di teatro di marionette, che si insediò in Italia meridionale tra la seconda metà dell’Ottocento e la prima metà del Novecento. Si differenzia dalle classiche marionette soprattutto per la meccanica e per i temi trattati, che in questo caso sono principalmente narrazioni cavalleresche, estrapolate dai romanzi del ciclo carolingio. Ancora oggi esistono i Pupari che propongono spettacoli per i turisti, ma anche vere e proprie rassegne teatrali, volte a sostenere un elemento forte della tradizione siciliana. Un’altro punto cruciale del folclore è il Carretto Siciliano, tramandato per generazioni, in maniera quasi involontaria, dalle numerose botteghe di artigiani, carrettieri ed apprendisti, che erano dislocate su tutto il territorio.

    I siti archeologici della Sicilia
    Curiosità e tradizioni della Sicilia

    La Sicilia custodisce un patrimonio storico e architettonico davvero unico. Tra le pieghe del suo arido territorio esistono ancora molte tracce delle civiltà che vi hanno vissuto. A Segesta, antica città disabitata, è possibile ammirare ancora il tempio in stile dorico e il teatro parzialmente scavato nella roccia della collina. Selinunte è un’altra antica città greca, che custodisce un importante sito archeologico in cui si trovano quattro templi intorno all’acropoli e altri tre templi su una collina. Poi c’è Taormina, uno dei luoghi più celebri e apprezzati di tutta la Sicilia: di regale bellezza è il suo teatro di epoca classica. Infine Siracusa. All’interno del suo sito archeologico si trova il Teatro Greco, il più grande di tutta la Sicilia e uno dei più importanti dell’intero mondo greco. Di notevole interesse sono anche le Latomie, antiche e profonde cave che venivano in passato utilizzate come prigioni. E’ possibile visitare quella del Paradiso, al cui interno si trova l’Orecchio di Dioniso, così definito dal Caravaggio, per via del forte eco, che si crea all’interno. Da non perdere anche l’Anfiteatro Romano, di dimensioni inferiori soltanto a quello di Verona.

    Le spiagge più incantevoli della Sicilia
    Scala dei Turchi beach

    La Sicilia è immersa nel Mar Mediterraneo, che si infrange instancabile sulle sue sconfinate coste, creando litorali, baie, insenature di una bellezza disarmante. L’Isola dei Conigili, non distante da Lampedusa, è un piccolo angolo di Paradiso, considerato da molti una delle spiagge più belle del pianeta e la migliore d’Italia nel 2014, secondo gli utenti Tripadvisor. Qui il mare è blu come gli occhi delle bambole di porcellana. Trapani custodisce una coppia di gioielli: la spiaggia caraibica di San Vito lo Capo e la Riserva Naturale dello Zingaro dove l’acqua sfoggia cromie verde smeraldo. A Mondello, in provincia di Palermo, il mare è cristallino e il fondale è esclusivamente di sabbia bianchissima che degrada verso le profondità marine con grande dolcezza. A Taormina imperdibile è l’Isola Bella: detta anche ‘Perla del Mediterraneo’, è un piccolo isolotto del mar Ionio situato di fronte alla costa di Taormina, raggiungibile anche a piedi durante la bassa marea. A Siracusa, è d’obbligo visitare l’Area Marina Protetta Plemmirio. Inoltre, la Sicilia è dotata di isole fantastiche che vantano spiagge da sogno come Cala Rossa, Cala Azzurra e Cala Bianca sull’isola di Favignana, o ancora Cala del Faraglione, Cala Tramontana e Cala Fredda sull’Isola di Levanzo.

    1101

    PIÙ POPOLARI