Cosa portare al mare per il cane

da , il

    Cosa portare al mare per il cane

    Avete in programma una gita al mare e non sapete cosa portare per il cane? E’ una domanda doverosa, se si ha a cuore la salute del proprio amico a quattro zampe. Alla fine, chiunque ne possegga uno, sa che è un po’ come un membro della famiglia e che per certi aspetti è delicato come un bambino. In concreto, non è impegnativo organizzare una gita al mare con cuccioli al seguito, tuttavia, è bene sapere prima come muoversi, per evitare di ritrovarsi in situazioni di ‘emergenza’. Pronti a scoprire il kit di base per il cane al mare?

    IL CANE AL MARE: ALIMENTAZIONE

    La prima cosa in assoluto che dovrete sempre avere con voi è l’acqua fresca e la relativa ciotola (in commercio ne esistono di ripiegabili, perfette da mettere nello zaino) per il vostro cucciolo. Il cane è un animale che ha bisogno di bere molto per reidratarsi e abbassare la temperatura corporea. Partite muniti di almeno un paio di bottigliette, così da evitare di rimanere a secco. Oltre al beveraggio, portate anche delle crocchette, soprattutto se avete intenzione di rimanere fuori casa per tutta la giornata.

    IL CANE AL MARE: SOTTO L’OMBRELLONE O LA TENDA

    Come accennato poc’anzi, il cane ha la tendenza a trattenere il calore, per questo è fondamentale tenerlo al riparo dalle alte temperature. Proprio come si fa con i bambini piccoli, abbiate premura di proteggere il vostro cucciolo dai potenti raggi solari, soprattutto nelle ore centrali della giornata. Per ovviare a questo problema, attrezzatevi con un ombrellone, oppure una piccola tenda da spiaggia. All’ombra, fategli sempre trovare la sua ciotola ricolma di acqua fresca. Con questi piccoli accorgimenti, sarà al sicuro.

    IL CANE AL MARE: COME GESTIRE IL CALORE

    Sempre a proposito di calore, per evitare di far salire oltremisura la temperatura del vostro cane, è bene bagnarlo con frequenti bagni in mare (se possibile) o sotto la doccia. Subito dopo è importante asciugarlo con un pratico asciugamano in microfibra (perfetto anche perché occupa pochissimo spazio nello zaino) e spazzolarlo, per evitare possibili irritazioni della cute, dovute al sale nel mare.

    IL CANE AL MARE: LA PULIZIA

    Il cane non è certo come il gatto, che provvede autonomamente alla propria pulizia. Pertanto ricordatevi di portare con voi la spazzola del vostro cucciolo, delle salviettine imbevute, indispensabili per ‘toilette’ d’emergenza, uno spruzzino per l’acqua, perfetto per rinfrescarlo nei momenti di particolare intolleranza al caldo, e naturalmente il kit di sacchettini per raccogliere i suoi bisogni sulla sabbia. Un consiglio: considerato che raccogliere gli escrementi sul manto sabbioso, senza sporcarsi, è un’impresa titanica, provate a inserire sotto il culetto peloso del vostro cane, un foglio di giornale, proprio nel momento in cui dà segnali di voler procedere all’evacuazione. In questo modo sarà molto più semplice trasferire il ‘risultato’ negli appositi sacchettini! E’ chiaro che il trucchetto vale solo nel momento in cui vi accorgete per tempo delle intenzioni del vostro amico a quattro zampe.

    IL CANE AL MARE: I GIOCHI

    Il vostro cucciolo ha bisogno anche di poter giocare, oltreché di essere curato nei suoi bisogni primari. Tutti i cani amano saltare e correre, quindi perché non portate con voi una pallina per farlo scatenare sul bagnasciuga? Naturalmente dovrete accertarvi per tempo se la spiaggia dove intendete andare, ospita animali o meno. Una valida alternativa alla pallina è il classico freesbe: in commercio sono disponibili anche versioni più morbide sui lati, ideate apposta per i cani.

    Infine, per i momenti di difficoltà, è sempre bene avere un osso a portata di mano, nello zaino. E’ un ottimo espediente per distrarre il vostro amico peloso! Se non l’avete mai provato, ora è arrivato il momento.

    IL CANE AL MARE: IL GUINZAGLIO E LA MUSERUOLA

    Il guinzaglio: lo menzioniamo, anche se dovrebbe essere sottinteso che lo si porti sempre con sé, quando si è in compagnia del proprio cane. E’ indispensabile tenere il cane legato anche in spiaggia soprattutto se ha un temperamento piuttosto vivace, del resto è sacrosanto che tutti possano godersi la spiaggia, in totale tranquillità e sicurezza. La museruola invece, viene utilizzata in casi più estremi, quando esiste il rischio che il cane possa reagire in maniera del tutto imprevedibile, anche nelle situazioni di ordinaria quotidianità.

    IL CANE AL MARE: CONSIGLI

    E’ fondamentale non dare da mangiare al cane prima di andare in spiaggia, per evitare possibili congestioni. Il cucciolo potrà entrare in acqua cinque o sei ore dopo il pasto. Anche se vi abbiamo spiegato come tenere a bada gli eccessi di calore del vostro amico peloso, evitate, se possibile, di portarlo in spiaggia nelle ore più calde. Per le zone maggiormente delicate della pelle dei cagnolini, come le orecchie e la pancia, utilizzate una crema solare specifica.

    Infine, fate attenzione che il cane non ingerisca acqua di mare (ha un potente potere purgante) e sabbia (può provocare un blocco intestinale). Al termine della vostra gita al mare, rimuovete ogni residuo di sabbia dal vostro cucciolo e sciacquatelo abbondantemente con acqua dolce.