Cosa fare a Milano quando piove: 5 idee a prova di maltempo

da , il

    Cosa fare a Milano quando piove? La stessa domanda potrebbe essere girata anche su altre città, perchè purtroppo il brutto tempo non sempre ci avvisa prima di programmare un week end e quando arriva solitamente scombussola tutti i piani. Eppure visitare Milano sotto la pioggia potrebbe rivelarsi un’esperienza decisamente meno brutta di quanto si possa immaginare: la capitale meneghina, infatti, che al contrario di città come Roma o Firenze possiede un’eleganza più sobria e raccolta, racchiude in sè molte meraviglie che vanno scoperte a poco a poco.

    La pioggia ha un lato indiscutibilmente romantico e un altro sinceramente fastidioso: a nessuno piace saltare da un marciapiede all’altro tentando di evitare gli schizzi di macchine e autobus, litigando con l’ombrello che non si apre o si apre fin troppo e rischiando di scivolare ad ogni passo.

    Eppure il clima uggioso, che sia autunnale, estivo o primaverile, non sempre arriva a sproposito: a volte può essere l’occasione, soprattutto nel weekend, per rimanere pigramente a letto leggendo un buon libro, cullati dal ticchettio delle gocce di pioggia. Oppure per vedere in tv un vecchio film in bianco e nero che adorate e che non riuscivate a trovare da anni: insomma, la pioggia a volte ci culla nella nostra beata oziosità.

    Ma se a casa non ci volete stare, se avevate già in programma da tempo un week end a Milano, se avete deciso di uscire con lui o lei e non sapete assolutamente dove andare a parare sotto i fulmini e l’acqua, non scoraggiatevi: la città che ha inventato l’aperitivo con lo psicologo non può certo farsi scoraggiare da due gocce di pioggia. Altrimenti, vista la frequenza con cui sotto la Madonnina ci si bagna di pioggia, non saprebbe vero il detto ‘Milan l’è un gran Milan’, in cui i meneghini credono ciecamente.

    Ok, ok, è vero che Milano è la città più cara al mondo, ma è anche vero che ha un’offerta così ampia di luoghi da vedere e cose da fare che tutti i portafogli, compresi i più leggeri possono trovare il giusto compromesso.

    Eccovi allora 5 idee per decidere cosa fare a Milano quando piove: 5 suggerimenti che vi faranno scoprire l’altro lato della città.

    Golf a Milano

    Piove: e allora? A Milano potete sempre giocare a golf, in qualunque stagione e con qualunque tempo.

    La città meneghina, infatti, ospita un posto dove potete sbizzarrirvi tra buche e mazze anche se fuori diluvia e impazza il temporale: si chiama Its Golf, è in via Domodossola, comodamente raggiungibile in treno da Cadorna e poco distante da corso Sempione.

    Qui potete migliorare la tecnica o fare una lezione di prova grazie a 5 simulatori che vi permettono di scegliere il vostro percorso tra ben 65 campi diversi. Potete anche provare a sfidare i campioni e i maestri di questo sport sempre più diffuso: per sapere tutto su orari, costi e giorni apertura, basta consultare il sito di Its Golf.

    Acquario Civico di Milano

    Per passare un pomeriggio diverso dal solito, unendo l’utile al dilettevole e soprattutto portando i bambini in un posto dove si divertiranno di sicuro, avete mai pensato di andare a visitare l’Acquario Civico di Milano?

    Meno famoso rispetto al rinomatissimo Acquario di Genova, quello milanese, pur essendo più piccolo, è un vero e proprio gioiellino di architettura liberty: si trova in via Gadio 2, MM Lanza e gli orari di apertura sono dal martedì alla domenica, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.30.

    Spesso, oltre al normale giro delle vasche di pesci e anfibi, l’Acquario organizza mostre dedicate alla vita di pesci e altre specie, con sezioni speciali e attività didattiche pensate in particolare proprio per i più piccini.

    All’interno dell’Acquario ha sede anche l’Istituto per gli Studi sul Mare, fondato nel 1997 da un gruppo di naturalisti e biologi che collaborano con l’Acquario.

    Per avere maggiori informazioni su prezzi, eventi, mostre potete consultare il sito dell’Acquario Civico di Milano.

    Dialogo nel Buio Milano

    Avete mai visitato una mostra totalmente al buio? No? Allora un lungo pomeriggio di pioggia può trasformarsi nell’occasione giusta per utilizzare sensi che, a volte, reputiamo meno importanti rispetto alla vista. Udito, tatto e olfatto, infatti, sono sensi importantissimi che possono aiutarvi ad orientarvi e a farvi un’idea del mondo che vi circonda.

    Se l’idea vi piace, non vi resta che prenotarvi per Dialogo nel Buio: si tratta di una mostra ospitata all’interno dell’Istituto dei Ciechi di Milano. Preparatevi a un percorso in totale assenza di luce, dove verrete accompagnati da guide esperte non vedenti che vi spiegheranno come utilizzare mani e orecchie per vedere in un altro modo, diverso dal solito.

    Il percorso si conclude, a scelta, con un aperitivo oppure con una cena, entrambi ovviamente nel buio più totale. per avere informazioni su orari, prezzi e prenotazioni, potete consultare il sito di Dialogo nel Buio.

    Cinema a Milano

    Andare al cinema di pomeriggio di solito è prerogativa di pensionati e studenti universitari, che godono di maggiore tempo libero e possono permettersi questo piccolo lusso mentre tutti gli altri sono al lavoro o a scuola.

    Non so voi, ma io li ho sempre invidiati: andare allo spettacolo pomeridiano, infatti, presenta numerosi vantaggi. Innanzitutto, a volte si paga meno il biglietto: in secondo luogo, il pubblico in sala è solitamente scarso, quindi più silenzioso e composto rispetto alla folla che riempie le sale durante gli spettacoli serali. Last but not least, potete per una volta guardarvi due film di seguito senza preoccuparvi dell’ora: in genere gli spettacoli iniziano dopo le 14, ma alcuni cinema hanno addirittura lo spettacolo di mezzogiorno.

    A Milano avete l’imbarazzo della scelta a seconda di quale film preferite vedere: un cartoon divertente, un film d’essai o l’ultima novità, qui potete trovare di tutto e di più. Al Cinema Anteo, in via Milazzo 9, tra Corso Como e via Garibaldi, tra un film e l’altro potete anche farvi un giretto in libreria, tra guide, riviste di cinema e vecchie locandine.

    Oppure potete optare per i multisala milanesi, che oltre alle sale cinematografiche offrono anche negozi, ristoranti e bar dove gironzolare, prendere un aperitivo o indulgere nello shopping.

    Anche se piove, nel caso aveste deciso di andare al cinema Odeon, in corso Vittorio Emanuele, non perdetevi un must per tutti i milanesi e non: prima dello spettacolo, oppure dopo, concedetevi un panzerotto di Luini, è proprio lì accanto, in via S. Radegonda 16.

    Triennale di Milano

    Non c’è niente di meglio, quando fuori piove, che godersi un lunghissimo brunch circondati da opere d’arte: soprattutto se è domenica, il frigo è vuoto, fuori diluvia e la voglia di fare la spesa, mettersi a caccia di un supermercato aperto o cucinare langue.

    Niente paura: potete sempre rifugiarvi in Triennale, poco distante da Cadorna e adiacente al Parco Sempione. Dentro tutto è bianco, luminoso, solare, ma soprattutto si trova il T-Design Cafè, che tutte le domeniche, dalle 12 alle 16, serve il T-brunch. Potrete sorseggiare te, caffè e succhi di frutta guardando le gocce di pioggia cadere sugli alberi del parco, oppure osservare rapiti il viavai della gente che entra in Triennale mentre addentate un muffin o una frittata. Sempre che non siate in trance ad ammirare i Bagni Misteriosi di De Chirico che sorgono all’esterno del Cafè, recentemente restaurati.

    E al termine della vostra lauta colazione rinforzata, niente di meglio che una passeggiata tra le opere in esposizione: la Triennale ne organizza di bellissime e ha un bookstore al suo interno specializzato in testi di design.

    Per informarvi sulle mostre, i prezzi dei biglietti e gli orari, consultate il sito della Triennale di Milano.