Cimiteri italiani da visitare per un Halloween 2014 da brivido

da , il

    I cimiteri italiani da visitare sono perfetti per un tour da brivido durante l’ormai vicinissimo Halloween 2014: la nostra penisola è ricca di luoghi da brivido tutti da esplorare, se vi piacciono i tour un po’ spettrali al limite tra realtà e leggenda. TripAdvisor, proprio in occasione della notte delle streghe, ci svela quali sono i cimiteri preferiti dai visitatori: se volete organizzare un tour a tema durante il week end di Halloween questi sono i luoghi giusti! Se l’aura misteriosa che li circonda vi incuriosisce e non vi fate facilmente impressionare dalle leggende di cui spesso sono protagonisti, siete pronti per scoprire i più famosi cimiteri d’Italia, che sono anche dei preziosi reperti storici.

    Milano e l’Italia centrale

    Imperdibile è il Cimitero Monumentale di Milano, un vero e proprio museo a cielo aperto che ospita bellissime sculture e le tombe di numerosi personaggi illustri come Filippo Tommaso Marinetti, Franca Rame e Alessandro Manzoni; un viaggiatore di TripAdvisor lo considera “una tappa fondamentale nella visita della città”. Scendendo un po’ più a sud troviamo il Cimitero monumentale di Staglieno a Genova è il più importante luogo di sepoltura del capoluogo ligure, nonchè uno dei cimiteri monumentali più importanti d’Europa:esso ospita anche le sezioni ebraiche, ortodosse e anglicane e qui riposano personaggi illustri come Giuseppe Mazzini, Ferruccio Parri, Fabrizio De Andrè, Constance Lloyd (moglie di Oscar Wilde) e numerosi partigiani della Seconda Guerra Mondiale e molti partecipanti alla Spedizione dei Mille. Per chiudere la classifica di TripAdvisor dei cimiteri italiani più apprezzati ci spostiamo a Pisa, dove sul lato nord di Piazza del Duomo troviamo il Camposanto monumentale. Un luogo affascinante ricco di affreschi, opere antiche e sarcofagi che viaggiatore descrive così: “non è solo un capolavoro artistico, è anche un sentiero di letture, dal latino classico all’italiano contemporaneo, è una galleria di persone e di oggetti che hanno fatto la storia d’Italia nei secoli”.

    Roma

    Chi trascorrerà il week end nella nostra capitale potrà scoprire diversi cimiteri: il Cimitero Acattolico per stranieri si trova nel quartiere di Testaccio e per questo è chiamato anche cimitero del Testaccio ed ospita le tombe di alcuni personaggi illustri come i poeti inglesi John Keats e e Percy Shelley, lo sculture statunitense William Story, Antonio Gramsci e August von Goethe, figlio del celeberrimo Johann Wolfgang von Goethe. Questo cimitero, oltre ad ospitare famosi scrittori, attori e poeti, accoglie anche le tombe di protestanti, ortodossi ed ebrei; come scrive un viaggiatore di TripAdvisor “questo luogo trasmette serenità, assolutamente diverso dai cimiteri comuni, ti riporta con la mente ad epoche antiche della verde Inghilterra”. Le Catacombe di San Callisto ospitano ben cinquantamila martiri e sedici pontefici e sono tra le catacombe più grandi ed importanti di Roma: il complesso infatti si estende per una lunghezza di 20 km coprendo 15 ettari di terreno e per la sua importanza non può mancare non solo in un tour dei cimiteri, ma anche in una generale visita della capitale. Anche le Catacombe di San Sebastiano sono molto importanti per la storia romana: esse infatti sono uno dei pochissimi cimiteri cristiani che sono rimasti sempre accessibili nel tempo. Per visitarle bisogna calarsi in un labirinto sotterraneo costituito da quattro piani di loculi e tombe familiari, di cui però il primo è quasi totalmente distrutto; qui riposano anche i martiri Sebastiano, Quirino ed Eutichio.

    Napoli

    A Napoli si trovano invece le Catacombe di San Gennaro, risalenti al II secolo d.C., che costituiscono uno dei più importanti monumenti partenopei nonchè la più importante testimonianza del cristianesimo in città: si tratta di un complesso cimiteriale interamente sotterraneo che nasconde le vestigia di San Gennaro, antichi affreschi ed affascinanti sepolcri, basiliche e cripte. Il Cimitero delle Fontanelle, sempre a Napoli, è un luogo di grande mistero: qui si trovano infatti i resti di 40.000 vittime della grande peste del 1656 e del colera del 1836. Come dice un viaggiatore di TripAdvisor, “religione e folklore si mischiano come nella più giusta tradizione napoletana”: questo cimitero è infatti famoso anche per il cosiddetto rito delle anime pezzentelle, in cui in cambio di protezione si adottava un cranio che era appartenuto ad un’anima abbandonata (la “pezzentella”, appunto).

    La Sicilia

    La Catacombe di San Giovanni di Siracusa si trovano in un antico acquedotto e fanno parte del più esteso complesso cimiteriale delle catacombe di Siracusa, che per importanza ed estensione sono considerate seconde solo a quelle di Roma: per visitarle bisogna calarsi sottoterra in cunicoli davvero spettrali! Le Catacombe di San Giovanni infatti ospitano moltissimi scheletri “vestiti di tutto punto, e allineati perfettamente nelle catacombe suddivise per genere, età, tipologie varie”, come racconta un viaggiatore di TripAdvisor, che consiglia anche di prepararsi psicologicamente alla macabra vista. A Palermo troviamo invece le Catacombe dei Cappuccini, sottostanti al Convento dei Cappuccini e alla Chiesa di Santa Maria della Pace: calandovi nei cunicoli sotterranei assisterete ad uno spettacolo terrificante che ha per protagoniste mummie vestite di tutto punto, in piedi o coricate, teschi, scheletri e ovviamente Rosalia Lombardo, una bambina che sembra dormire tranquillamente nel suo lettino: da brivido! Se i cimiteri italiani non vi sono bastati e avete in mente di fare le cose più in grande, date un’occhiata ai cimiteri più famosi del mondo, tra cui ci sono il cimitero di Pere Lachaise di Parigi e il Cimitero Ebraico di Praga.