Case infestate dai fantasmi: le più spaventose del mondo

Siete ancora convinti che i fantasmi non esistano? In realtà, in giro per il mondo ci sono moltissime case infestate dai fantasmi. Scoprite le più spaventose.

da , il

    Sappiamo a cosa state pensando: i fantasmi non esistono. In realtà, in giro per il mondo ci sono moltissime case infestate dai fantasmi. Non di rado, andando a scavare nella memoria di questi posti, si scoprono terribili storie di efferati omicidi, torture e segregazioni. Sono proprio gli spiriti di coloro che hanno subito inenarrabili soprusi in vita, che tornano ad errare da morti nei luoghi della loro sofferenza, forse in cerca di vendetta o semplicemente di un senso, che possa dar pace alla loro anima. Dalla Louisiana al Regno Unito, scoprite i cinque luoghi più infestati dai fantasmi del pianeta. Siamo certi che dopo aver letto questi racconti, difficilmente avrete ancora il coraggio di andarli a visitare senza un minimo di inquietudine!

    Luoghi spettrali in Italia

    Anche l’Italia non è esente da presenze spettrali, sono infatti molti i castelli, gli alberghi e le case del Bel Paese che ospitano oscure presenze, scopriteli in questa fotogallery. Siete rimasti spaventati? Non pensate di cavarvela emigrando all’estero! Ogni angolo del pianeta ha i propri fantasmi, scoprite qui di seguito la top five delle case più infestate del mondo.

    THE WHITE HOUSE

    La casa dell’uomo più potente del mondo non è per nulla sicura: è sotto l’assedio dei fantasmi. A tornare, nel corso dei decenni, sono stati proprio i passati presidenti, coloro che ad un certo punto hanno dovuto abbandonare la celebre White House. Forse, per via della nostalgia della lussuosa dimora, o per qualche conto in sospeso, hanno pensato bene di tornare ad abitarci… da morti. Il primo presidente ad risiedervi è stato John Adams, e secondo le testimonianze di molti, lui sarebbe ancora lì! Qualcuno dichiara di aver visto anche lo spirito della moglie, Abagail, aggirarsi nella East Room, dove avrebbe portato della biancheria. Anche tutti gli altri presidenti dimorano nella White House: Andrew Jackson, Dolly Madison, e naturalmente, i Lincoln. Pare addirittura che una volta, Winston Churchill si sia rifiutato di trascorrere la notte nella Casa Bianca, per colpa di un inaspettato incontro spettrale. Non credete a questa storia? E allora come mai tutti i presidenti, una volta terminato il loro mandato, si ritrovano coi capelli grigi? Dite che la paura di imbattersi faccia a faccia con un fantasma non c’entri proprio nulla?

    THE TOWER OF LONDON

    La Torre di Londra è stata una delle più famose prigioni del Regno Unito, qui vennero rinchiusi i personaggi più importanti d’Inghilterra, molti dei quali finirono decapitati o impiccati ad una corda. La figura più famosa, che in questa torre conobbe la morte, è Anna Bolena, moglie di Enrico VIII: le venne tagliata la testa quando si scoprì che non avrebbe potuto dare alla luce un erede maschio. Dal giorno di quel crimine efferato, il suo spirito erra per le stanze della Torre di Londra e spesso si manifesta agli sprovveduti avventori senza testa. E’ un luogo così terribilmente inquietante che, nel lontano 1864, un soldato, alla vista del fantasma di Anna Bolena, cadde a terra privo di sensi, per colpa dello spavento subito.

    THE WHALEY HOUSE

    The Whaley House si trova nella parte vecchia della città di San Diego. E’ considerata una delle case più infestate dai fantasmi di tutto il mondo! Questa modesta abitazione, fatta di mattoni rossi, è stata costruita nel 1857 da Thomas Whaley, nell’esatto punto in cui, anni prima, Yankee Jim Robinson fu pubblicamente impiccato. Nel 1885, fece da scenario inconsapevole al suicidio di Violet Whaley e, negli anni successivi, fu teatro di uno sconcertante numero di lutti della famiglia Whaley. Vi sembra sufficiente per credere che sia davvero la casa più infestata di fantasmi del mondo?!

    LALAURIE HOUSE – NEW ORLEANS

    La crudele vita di Madame LaLaurie è rimasta saldamente cucita sulle mura della sua vecchia casa di New Orleans. Fonti storiche ufficiali raccontano che nel 1832, una bambina di dodici anni di nome Lia, una delle schiave della matrona, mentre adempiva al suo compito, ovvero spazzolare la chioma di Madame LaLaurie, commise un errore imperdonabile; nel mentre che tentava disperatamente di fuggire alla frusta della sua padrona, cade dal tetto e morì sul colpo. Tutti gli schiavi di Madame LaLaurie venivano costantemente sottoposti ad atroci torture, alcune fonti infatti, raccontano che nella casa furono ritrovati uomini e donne incatenati, mutilati, appesi per il collo, tutti rinchiusi in alcune stanze segrete, poste nei piani superiori dell’abitazione. Il 10 aprile del 1834, la casa di Madame LaLaurie venne distrutta da un incendio appiccato da una schiava che era stata incatenata alla stufa: temendo quest’ultima una punizione per un errore commesso, aveva deciso di suicidarsi. Indagini successive dimostrarono che l’intero perimetro della casa era circondato da corpi morti e sotterrati, probabilmente tutti schiavi di Madame LaLaurie. La gente del paese reagì alla terribile tragedia con il saccheggio della casa. Da quel momento la famiglia LaLaurie fu costretta a scappare e voci confermano che non sia mai più tornata a New Orleans. Come è facile immaginare le anime di tutte quelle povere vittime affollano ancora oggi l’edificio. La LaLaurie House infatti è considerata una delle case più infestate dai fantasmi di tutto il mondo.

    THE MYRTLES PLANTATION

    Sono diverse le teorie, nate nel tempo, per giustificare la massiccia presenza di fantasmi in questo edificio della Louisiana. Una sostiene che in questo luogo, alla fine del 1700, furono assassinate 10 persone. Una seconda ritiene che la casa sia stata costruita sulle rovine di un cimitero indiano. Una terza, più complessa, racconta di una certa Cloe, una schiava che nel tempo divenne l’amante del padrone della piantagione, circostante alla struttura. Quando la relazione finì, la donna pare sia stata violentemente malmenata e le fu persino tagliato un orecchio, infine venne spedita a lavorare nei campi. La giovane donna, meditò a lungo la vendetta, fino a quando, un giorno, preparò una torta avvelenata che uccise moglie e figli del suo padrone, ex amante. In breve, lei stessa, per vendetta, venne uccisa dal signore. Sono i protagonisti di questa terribile vicenda ad aggirarsi, in veste di fantasmi, nella struttura e nei campi circostanti. Ma c’è un’altra donna, una francese, che nessuno sa da dove arrivi, che si aggira per le stanze in cerca di qualcosa o forse di qualcuno. Talvolta, si sente aleggiare nell’aria il suono del pianoforte che è solita suonare, mentre fuori imperversano i temporali estivi.

    Scoprite i luoghi più infestati del mondo nella fotogallery