Bandiere arancioni in Italia: le 5 new entry

Ecco la lista delle Bandiere Arancioni in Italia, assegnate dal Touring Club ai comuni dell'entroterra che vantano un patrimonio storico, artistico e culturale, da visitare almeno una volta.

da , il

    Bova

    Le Bandiere Arancioni in Italia si arricchiscono di 5 new entry, tutte incastonate nelle terre del sud. Le bandiere arancioni vengono assegnate dal Touring Club, dal 1998, ai comuni dell’entroterra abitati da meno di 15mila abitanti e che rispettano 150 rigidi criteri. Si tratta dunque di borghi e paesi che non solo vantano un notevole patrimonio storico, artistico e culturale, ma sanno anche valorizzarlo e proteggerlo grazie a politiche di sostenibilità ambientale. Inoltre si distinguono per l’accoglienza di qualità che sanno offrire ai loro turisti. Entrano dunque a far parte delle bandiere gialle: Specchia e Corigliano d’Otranto in provincia di Lecce, Troia in provincia di Foggia, a cui si aggiungono due realtà calabresi, Bova e Gerace situate nel cuore dell’Aspromonte, in provincia di Reggio Calabria. La Toscana invece conferma il primato di regione più arancione d’Italia con 37 borghi, seguita da Piemonte ed Emilia Romagna con, rispettivamente, 24 e 20 borghi.

    Specchia - Lecce

    Specchia – Lecce

    Specchia (fino al 1873 chiamata Specchia De’ Preti) si trova nel basso Salento, nella provincia di Lecce, in Puglia. E’ un borgo senza tempo, dominato dal silenzio, che ha conquistato negli anni diversi riconoscimenti: fa parte del club borghi più belli d’Italia, nel 2007 è stato riconosciuto come migliore destinazione rurale emergente in Italia del Progetto Eden e nel 2013 ha ricevuto il titolo di ‘Gioiello d’Italia’.

    Corigliano d'Otranto - Lecce

    Corigliano d’Otranto – Lecce

    Corigliano d’Otranto, situato nel Salento, in provincia di Lecce, fa parte della storica regione della Grecia Salentina, un’area linguistica che racchiude nove comuni in cui si parla il griko, un antico idioma di origine greca. Da non perdere il Castello, il centro storico e le botteghe artigiane, che vendono terracotte e maioliche.

    Troia - Foggia

    Troia – Foggia

    Troia è un piccolo borgo arroccato sulle pendici del Subappennino Dauno, a ridosso del Tavoliere delle Puglie. Le sue origini sono antichissime e secondo la leggenda fu fondata nel XII-XI secolo a.C. al tempo dell’eroe greco Diomede. Simbolo del paese è la maestosa cattedrale, di cui non passa certo inosservato il prezioso rosone incastonato sulla facciata principale.

    Gerace - Calabria

    Gerace – Calabria

    Gerace si trova all’interno del Parco nazionale dell’Aspromonte. E’ un borgo antico che ancora oggi conserva tutto il suo fascino medievale. Tra le sue vie è possibile ammirare chiese, palazzi d’epoca e botteghe, scavate direttamente nella roccia. E’ d’obbligo una visita anche al castello.