Animali del Polo Nord e del Polo Sud: dai pinguini agli orsi polari

da , il

    Gli animali del Polo Nord e del Polo Sud devono affrontare condizioni climatiche estreme per poter sopravvivere, ma mentre alcune sono simili tra loro, altre si distinguono notevolmente proprio per le molte differenze che ci sono tra Artico ed Antartico: se ad entrambi i poli i problemi principali sono le temperature rigidissime e la mancanza di luce solare per molti mesi all’anno, al Polo Sud per esempio fa molto più freddo e l’acqua è quasi totalmente assente, mentre al Polo Nord gli animali terrestri devono fare i conti con lo scioglimento dei ghiacciai che avviene ogni anno. Per queste e molte altre ragioni, gli animali che abitano il Polo Sud sono diversi da quelli che vivono al Polo Nord: un esempio lampante sono i pinguini, che vivono solo in Antartide poichè qui non hanno predatori naturali.

    I pinguini sono infatti il simbolo del Polo Sud, e qui se ne trovano diverse specie tra cui il pinguino di Adelia e il pinguino imperatore, che è senz’altro il più conosciuto e anche il più grande: può raggiungere infatti 1,15 metri di altezza e 50 kg di peso, e oltre a questo è un ottimo nuotatore; la sua velocità massima sott’acqua è di 12 chilometri orari, e può rimanere in immersione per ben 22 minuti. Per quanto siano eccellenti nuotatori, quando si trovano sulla terraferma essi hanno un’andatura molto buffa e piuttosto lenta: per questo i momenti più emozionanti in cui osservare i pinguini al Polo Sud sono quelli del gioco sulla neve e delle nuotate, in cui si lanciano con tuffi acrobatici. Continuando con gli abitanti del Polo Sud, sulla banchisa artica si incontrano anche diverse specie di foche, tra cui le foche di Weddell e le foche leopardo, e molte specie di uccelli, che trascorrono una parte dell’anno in Antartide: tra questi ricordiamo l’albatro reale, lo Skua, il fulmaro antartico e il petrello delle nevi. Mentre l’entroterra antartico è un deserto in cui vivono solo batteri e alcuni invertebrati nelle zone in cui si formano ristagni di acqua, il mare antartico è pieno di vita: qui, oltre ai già citati pinguini e foche, nuotano balene e altri cetacei, leoni marini, meduse, salpe, ricci, krill e crostacei.

    Anche il Polo Nord, nonostante le temperature glaciali, è abitato da molti animali che sono riusciti ad adattarsi alle condizioni climatiche estreme: qui troviamo molti erbivori di specie e dimensioni diverse, tra cui il bue muschiato, la lepre artica, l’ermellino e la renna (chiamata anche caribù), ma anche alcuni predatori, come la volpe artica, la lince e il lupo. Ma il più famoso è l’imponente orso polare, simbolo di questo habitat naturale: questo enorme mammifero è il più grande carnivoro terrestre esistente al mondo, e grazie alle sue larghe zampe riesce a cacciare benissimo sia sulla terraferma che nell’acqua. Parlando di acqua, vediamo quali sono gli abitanti del glaciale mare artico: il più famoso è senza dubbio il tricheco, riconoscibile dalle sue lunghissime zanne, ma ci sono anche diversi tipi di foche, come la foca della Groenlandia, la foca fasciata e la foca dagli anelli, e diversi cetacei, tra i quali troviamo il narvalo, il beluga e la balena della Groenlandia.