10 cose che non sai sulla Cina

da , il

    Le 10 cose che non sai sulla Cina ti faranno rizzare i capelli sopra la testa: la Repubblica Popolare Cinese è un territorio vastissimo, con una superficie di quasi 10 milioni di chilometri quadrati che confina con ben 14 paesi; inoltre è il paese più popoloso del mondo con più di un miliardo e trecentomila abitanti nel 2012. Dietro questi numeri si nascondono ben 56 gruppi etnici riconosciuti ufficialmente ed una impressionante varietà di culture, dialetti, tradizioni e religioni, di cui la Religione tradizionale cinese ed il Taoismo sono le più praticate. La Cina è un paese molto affascinante sia dal punto di vista naturalistico che culturale, ma anche molto controverso specialmente a causa della dittatura socialista che regna sul paese dalla fine della Seconda Guerra Mondiale: ecco dieci fatti davvero curiosi che non potresti mai immaginare sulla Repubblica Popolare Cinese.

    1. La dura vita del soldato

    soldati

    Le forze armate cinesi sono conosciute con il nome di Esercito Popolare di Liberazione e sono l’esercito più potente e numeroso del mondo, con oltre due milioni e duecentomila soldati, 760 navi e 2.400 aerei. La disciplina è una delle caratteristiche preponderanti della cultura orientale e specialmente nell’esercito cinese viene fatta rispettare con tutti i mezzi possibili: per far tenere la testa dritta ai soldati infatti, viene posto uno spillo molto appuntito sul colletto della divisa, con la punta rivolta verso il collo; in questo modo i soldati imparano i fretta la postura impeccabile da mantenere nella loro professione, in modo da non rischiare di pungersi ogni volta che abbassano la testa! Inoltre, durante le esercitazioni di marcia, viene insegnato loro ad alzare il braccio tutti alla stessa identica altezza utilizzando un cavo in tensione posizionato a fianco della fila di soldati.

    2. La povertà estrema

    senza tetto

    In Cina 100 milioni di persone vivono con l’equivalente di un euro al giorno: questo drammatico dato è uno dei più significativi tra quelli che testimoniano le profonde disuguaglianze della società cinese, che vede da un lato pochi ricchi e dall’altro milioni di poveri che vivono in condizioni disumane. Per fare un altro esempio, nel 2013 un sondaggio condotto su 185 milioni di ultrasessantenni ha portato alla luce dati davvero preoccupanti: il 22,9% di loro vive in povertà, con una capacità massima di consumo di 400 euro all’anno, ed il 40% di loro manifesta i sintomi della depressione.

    3. Il ketchup proviene dalla Cina

    ketchup

    La cucina statunitense ha fatto del ketchup uno dei suoi ingredienti più caratteristici, ma in pochi sanno che la salsa che tutti gli occidentali associano ai fast food ha in realtà origini cinesi: la parola ketchup deriva infatti da ke-tsiap, che in dialetto Hokkien (parlato nella regione cinese di Fujian e a Taiwan) significa salsa di pesce conservato; questa salsa color caramello a base di acciughe salate e fermentate fu scoperta dai marinai cinesi della regione del Fujian, che 500 anni fa era il porto marittimo più importante della Cina. I marinai, navigando lungo il fiume Mekong, si imbatterono in questa salsa preparata dai pescatori khmer e vietnamiti. Successivamente, i marinai del Fujian esportarono il ketchup in Malesia, nelle Filippine e in Indonesia, e fu proprio in questi paesi asiatici che nel 1600 arrivarono i mercanti olandesi e britannici, che importarono nei loro paesi grandi quantità di questa salsa; in Gran Bretagna se ne diffuse prima una variante con i funghi e solo nel XIX secolo si iniziò ad aggiungere il pomodoro, dando vita così al tomato ketchup.

    4. Musica gratis grazie a Google

    google china

    Dal 2009 in Cina è possibile scaricare gratuitamente la musica grazie ad un servizio offerto da Google, che ha attuato questa mossa di marketing per recuperare terreno rispetto al motore di ricerca Baidu, che prima di allora copriva oltre il 60% del mercato cinese. Grazie a questo servizio, gli utenti possono scaricare la musica gratis scegliendo tra oltre un milione di brani sia cinesi che stranieri appartenenti a etichette quali Sony, EMI, Universal Music e Warner Music.

    5. Oche poliziotte

    oche-da-guardia

    Nella provincia di Xinjiang le ochefanno la guardia alle stazioni di polizia durante la notte: se questo ti sembrerà alquanto bizzarro non è così per i poliziotti cinesi, che hanno giustificato la loro scelta decantando le straordinarie qualità di questi animali. Le oche sono astute, intelligenti, aggressive quanto serve ed inoltre sono dotate di un udito finissimo e di un’ottima vista; gli uccelli infatti vedono molto meglio degli uomini sia da lontano che da vicino e possono vedere molte più lunghezze d’onda rispetto e noi. Questi coraggiosi animali sembrano svolgere il loro lavoro in maniera davvero impeccabile poichè quando sono in presenza di un intruso iniziano a fare rumore e starnazzano finchè i poliziotti di turno non si svegliano per controllare.

    6. 30 milioni di persone vivono in case-caverne

    yaodongs

    In Cina i cavernicoli esistono ancora, ma non corrispondono precisamente all’idea che ne abbiamo noi: la case-caverne chiamate yaodongs si trovano prevalentemente nella regione dello Shaanxi ed ospitano 30 milioni di persone, ma offrono tutti i comfort che si possano volere e sono molto più efficienti delle nostre abitazioni. Nel terreno poroso delle colline dello Shaanxi è facile scavare e ricavare un alloggi che sono caldi in inverno e freschi in estate, hanno un impressionante isolamento termico ed acustico garantiti dalle pareti collinari, che fungono da riparo naturale dalle intemperie, e spesso sono dotate anche di elettricità, acqua corrente e telefono. Queste abitazioni oggi sono abitate per lo più da persone anziane, poichè i giovani si sono spostati nelle grandi città, ma molti di loro sognano un giorno di tornare nella casa in cui sono cresciuti: le case-caverne vengono tramandate di generazione in generazione e anche per questo è difficile trovare una yaodongs in vendita, ma se siete fortunati ne potrete acquistare una con 46mila dollari oppure provare l’esperienza di viverci pagando un affitto di 30 dollari al mese. Se sei affascinato dalle atmosfere di altri tempi, in Cina troverai anche il villaggio di Xinye, uno dei luoghi al mondo dove il tempo si è fermato XIV secolo.

    7. L’impressionante inquinamento atmosferico

    smog

    Il problema dell’inquinamento atmosferico in Cina non è certo una novità, ma ci sono alcune notizie che probabilmente non sai e ti faranno accapponare la pelle: nella repubblica popolare il livello di smog è talmente alto da attraversare l’Oceano Pacifico e inquinare l’aria di San Francisco, dove il 29% dell’inquinamento atmosferico arriva proprio dalla Cina. In Cina inoltre una bimba di soli 8 anni è stata la persona più giovane al mondo a cui sia stato diagnosticato un un tumore ai polmoni dovuto al respiro di smog; purtroppo questo non sorprende, dato che respirare l’aria di Pechino equivale a fumare 21 sigarette al giorno. In alcune città cinesi la visibilità è scesa sotto i 5 metri di altezza, ma l’aria è talmente inquinata da rendere impossibile vedere anche a poca distanza: 20 milioni di telecamere di sorveglianza sono diventate inutili poichè non riescono a controllare nulla a causa della della scarsa visibilità.

    8. Shangai detiene il record di coda in auto

    coda in auto

    Visto l’altissimo tasso di inquinamento che mette in ginocchio la Cina, non stupisce il fatto che la coda in auto più lunga della storia si sia verificata proprio qui: sulla National Expressway 110, l’autostrada che da Pechino arriva in Mongolia, l’ingorgo è arrivato a coprire 120 chilometri e ci sono voluti 12 giorni perchè il traffico si decongestionasse, con 10 mila camion bloccati che trasportavano soprattutto carbone. Le cause di questa coda da record sono state attribuite ai lavori in corso, che sono durati mesi, e alla chiusura di diverse miniere di carbone illegali nella regione dello Shanxi.

    9. Uova bollite nell’urina

    uova

    Non sono poche le persone che trovano questa tradizione alquanto disgustosa, ma il mondo è bello perchè è vario e conoscere le tradizioni di altri paesi permette di aprire la mente: a Dongyang, nella provincia di di Zhejiang, l’inizio della primavera viene festeggiato con un piatto tipico decisamente bizzarro. Gli abitanti fanno bollire le uova nell’urina dei bambini, che divertiti riempiono secchi interi con la propria pipì: queste uova vengono chiamate letteralmente tong zi dan, ossia uova di ragazzo, e la tradizione si basa sulla convinzione che l’urina di ragazzi vergini abbia proprietà curative e renda le uova più appetitose e aspre.

    10. Corsie per gli smartphone-dipendenti

    Chongqing

    Nella vasta città sud-occidentale di Chongqing, che conta 28 milioni di abitanti, l’eccessiva dipendenza dagli smartphone ha portato a provvedimenti drastici: al posto delle piste ciclabili separate dalle corsie per i pedoni infatti, nel centro città infatti sono apparse apposite corsie per chi cammina utilizzando il cellulare e corsie per chi non lo utilizza, in modo da evitare che gli smartphone-dipendenti possano causare danni alle altre persone andando a sbattere mentre caricano il loro ultimo post su Facebook. Una soluzione provocatoria che pone l’accento sulla pericolosità del camminare utilizzando il cellulare senza guardare dove si sta andando.