Grand Tour in Italia: foto dei luoghi visitati nel Settecento

8 di 12
    continua
    http://viaggi.nanopress.it/fotogallery/grand-tour-in-italia-foto-dei-luoghi-visitati-nel-settecento_6121.html
    Il Grand Tour

    Il Grand Tour

    Il Grand Tour era un sogno per tutti gli intellettuali, in particolare nel Settecento. Un viaggio tra le meraviglie dell'antichità, in particolare in Italia, rappresentava una vera e propria scuola di vita. Una delle mete preferite era sicuramente l'Italia. Vediamo più da vicino quali erano le tappe preferite.

    Una rappresentazione del Grand Tour, in cui sono ritratte tutte le principali mete italiane.

    Venezia

    Venezia

    Partendo da nord, Venezia esercitava, allora come adesso, un fascino indiscusso sui giovani intellettuali e aristocratici che si mettevano in viaggio attraverso l'Italia. Oltre alla particolarità della sua formazione, era anche e sopratutto la ricchezza e i costanti contatti con l'Oriente a farne una tappa obbligata.

    Verona

    Verona

    Il Grand Tour mirava a conoscere l'arte, la politica, la storia dell'Europa e di certo l'antichità classica non poteva venirne esclusa. Ecco, quindi, che una città come Verona non poteva passare inosservata.

    Bologna

    Bologna

    Scendendo verso sud c'era (e c'è tutt'ora) Bologna, importantissimo nodo di comunicazione tra nord e sud. Molti giovani vi si fermavano nel corso del Grand Tour, ammirandone la struttura medievale e le ricchezza artistiche.

    Firenze

    Firenze

    La culla del Rinascimento era una tappa irrinunciabile per chiunque si recasse in Italia, anche solo per brevi periodi. La ricchezza del suo patrimonio culturale e artistico ne fa tutt'ora una delle mete più amate dai turisti.

    Pisa

    Pisa

    A Pisa era la piazza dei Miracoli ad attirare i viaggiatori, che nel loro Grand Tour visitavano il Duomo, il Battistero e la famosa torre campanaria.

    Roma

    Roma

    La città eterna, la capitale di un impero così ricca di storia aveva nel Grand Tour un posto di rilievo. Qualsiasi intellettuale che vi arrivava ne restava affascinato. I fori imperiali erano in particolare tra i luoghi più visitati, ma molti accorrevano anche per vedere le meraviglie del Vaticano e della Roma del '500.

    Napoli
    Napoli. Chissà se il Golfo di Napoli lasciava a bocca aperta i giovani stranieri che nel Settecento effettuavano il Grand Tour così come affascina oggi chi lo ammira. Di certo per chi veniva dal nord Europa non dimenticava facilmente questa città.

    Napoli

    Chissà se il Golfo di Napoli lasciava a bocca aperta i giovani stranieri che nel Settecento effettuavano il Grand Tour così come affascina oggi chi lo ammira. Di certo per chi veniva dal nord Europa non dimenticava facilmente questa città.

    Ercolano e Pompei

    Ercolano e Pompei

    Insieme a Pompei, Ercolano aveva il fascino del luogo in cui tutto era rimasto come nel 79 d.C., quando il Vesuvio aveva distrutto le due città, lasciando però sotto le sue ceneri importantissime testimonianze della vita al tempo dei Romani. Chi voleva avere un completo bagaglio culturale, di certo non poteva escludere questi luoghi dal Grand Tour.

    Paestum

    Paestum

    La Campania offre molto dal punto di vista archeologico e gli studenti e intellettuali del Grand Tour questo lo sapevano bene. Oltre a Roma, Paestum e altri luoghi di questa regione erano il posto perfetto per imparare a conoscere il mondo dei Greci e dei Romani.

    Pozzuoli

    Pozzuoli

    Pozzuoli e i Campi Flegrei erano oggetto di studi non solo per letterati e artisti, ma anche per chi amava le scienze e la natura. La sua particolare conformazione geologica, oltre alla sua area archeologica, di certo faceva una delle mete più frequenti del Grand Tour.

    Sicilia e la Valle dei Templi

    Sicilia e la Valle dei Templi

    Infine la Sicilia: terra calda e solare, con i suoi templi greci doveva essere un posto straordinari agli occhi dei viaggiatori. Gli amanti del periodo classico in particolare devono aver provato una forte emozione calpestando questa terra.

    Foto correlate